Il mondo ci guarda

Gallerie Fotografiche

Contatore visite


Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

I Diamanti Mandarino


“TOY”


Stimolati dall’attuale selezione del Diamante Mandarino che in questi ultimi anni ha subito una evidente trasformazione nella struttura e nella forma, causa l’introduzione nelle linee selettive del D. Mandarino di tipo inglese, da parte di molti allevatori europei. Alcuni amici hanno deciso di selezionare un Diamante Mandarino diverso da quello che è esposto alle mostre europee e si trova negli allevamenti.

 

Gli obbiettivi prefissati sono:

- la taglia che non deve assolutamente essere maggiore di 10 cm., anzi più il soggetto è piccolo e più deve essere apprezzato,

- utilizzare l’anello inamovibile tipo K (2.2 mm.) per contenere la taglia,

- la forma e il portamento uguale all’attuale standard del D. Mandarino,

- i disegni, i colori e le mutazioni uguale allo standard del D. Mandarino che si sta selezionando attualmente.

Tutto questo non sarà facile la ottenere, soprattutto la forma e il portamento, visto i soggetti che si stanno utilizzando, più dei casi provengono dagli allevamenti in colonia dove gli accoppiamenti sono attribuiti al caso e non esiste un minimo di selezione. La forma è ottenuta per una buona percentuale dal piumaggio, in questo caso selezionando soggetti i più piccoli possibile si tende a utilizzare uccelli intensivi con il piumaggio cosi detto “corto” che non facilita certamente l’obbiettivo prefissato.

Un fattore molto importante è mantenere la rusticità e la facile riproduzione senza eccessive esigenze, per non incappare nelle problematiche di riproduzione che si hanno con alcuni degli attuali ceppi. Attualmente le coppie con cui ho iniziato la selezione provengono da soggetti acquistati presso i rivenditori, scegliendoli tra i D. Mandarini provenienti da allevamenti in colonia, sono alloggiati per tutto il periodo dell’anno in gabbie di tipo inglese 60x40 all’aperto, alimentati con solo panico e acqua, evito alimenti iperproteici per non aumentare le dimensioni.Tutto questo è modificabile a secondo alle problematiche che si incontreranno negli anni futuri per arrivare a una linea nuova di selezione del Diamante Mandarino, che va ad aggiungersi a quella attuale che rimarrà assolutamente invariata continuando ad attenersi alle specifiche richieste dallo standard attuale.

Manuele Piccinini